.
Annunci online

  Garbo [ (Cronache del Tempo Medio) ]
         

Se vuoi contattarmi, scrivi qui: garbolab@virgilio.it.

 

  

   
                                            

                  

 

motori di ricerca italiani


31 agosto 2009

LA PERDONANZA


Ebbene, lo confesso qui a voi tutti, prima che qualche “nota informativa” giunga alle orecchie di Vittorio Feltri e questi decida di sputtanarmi pubblicamente come ha fatto con Ezio Mauro e con Dino Boffo: il primo sembra abbia pagato in nero per un appartamento, il secondo avrebbe patteggiato una condanna per molestie e sarebbe stato condannato al pagamento di un’ammenda di poco più di 500 euro (il condizionale è d’obbligo perché aleggia nell’aria una lieve brezza di bufala). Ciò che voglio confessarvi è che mi capita spesso in autostrada di schiacciare il pedale dell’acceleratore e di oltrepassare i limiti di velocità consentiti dalla legge. Aggiungo che nel mio casellario giudiziario, a ben guardare, è possibile trovare traccia di tre giorni di rigore che mi furono inflitti mentre svolgevo il servizio di leva. Non sto a spiegarvi cos’era successo perché la cosa è troppo lunga, vi dirò soltanto che la logica, il buon senso e la mia arte dialettica si scontrarono allora con la tetragona testa di un colonnello abituato da decenni a non usare il proprio cervello, ma ad applicare il “regolamento” senza nessuna elasticità. Ma non voglio accampare scuse, il fatto c’è e per Feltri ciò che contano sono i fatti; e se questi non ci sono a volte li costruisce o aiuta ciò che ha per mano in quel momento ad essere utile per i suoi scopi.

Infine, mi vergogno persino a dirvelo, cosa gravissima che non solo non andrebbe fatta, ma nemmeno pensata, ho rubato; si, proprio ieri sera, mi sono appropriato di due panini che erano su un cesto nel tavolo del ristorante dove ho cenato. Erano così morbidi e invitanti e mi servivano per la colazione di oggi visto che non ho niente in casa e sono giorni che non riesco a fare la spesa. Anche queste scuse a Feltri interesserebbero poco, rimane il fatto che io mi sono guardato intorno furtivo  e circospetto come un ladro, ho calato la mia mano rapace su un cesto non mio, mi sono appropriato di oggetti che non mi appartenevano e ho abilmente occultato la refurtiva.

Mi sento in colpa per tutto questo e chiedo umilmente a Sua Eccellenza il cardinal Tarcisio Bertone di poter partecipare anch’io alla tradizionale “perdonanza” che si tiene ogni anno a L’Aquila, visto che si è liberato il posto di Berlusconi.

Ovviamente, consapevole di essere indegno, mi asterrò dal manifestare la mia indignazione verso Berlusconi, accusato da immagini, testimonianze, intercettazioni, testimoni e protagonisti (persino dalla moglie) di aver organizzato festini a luci rosse nelle sue ville e di aver avuto delle relazioni con ragazze minorenni.

Mi asterrò dall’esprimere la mia sensazione che il suo stile di difesa in questa vicenda (e quello del suo avvocato Ghedini) sia ancora più grave se è possibile del fatto stesso, perché un giorno nega anche l’evidenza come il marito fedigrafo (per rabbonire i cattolici che aborrono un presidente pedofilo e libertino), e l’altro fa delle “furbe” ammissione sulla sua “santità” (strizzando l’occhio a chi crede che il potere sia fatto per poterne abusare, ai nostalgici del "me ne frego" e a tutti i pedofili e libertini manifesti o latenti, tanto per rincorrere l’approvazione di tutti, ma proprio di tutti, perché per uomini come Berlusconi anche una sola voce dissidente e critica potrebbe far crollare una fragilissima autostima che si nutre avidamente del consenso esterno).

Mi asterrò pure dal sottolineare come il campione della difesa della privacy (la sua naturalmente), che considera addirittura sacra, non abbia speso alcuna parola quando il direttore di un suo quotidiano sputtana ai quattro venti due suoi colleghi giornalisti (difficile pensare che Feltri non abbia avuto il placet dall’alto prima di scatenare una guerra contro la libertà d’informazione e un’altra contro i vertici della chiesa, che a suo dire non potevano non sapere chi fosse in realtà il direttore di Avvenire Dino Boffo).

Mi asterrò dal pensare che questo non sia giornalismo, ma intimidazione alla stampa che informa, prima con minacce economiche (togliere la pubblicità), poi utilizzando “informazioni” riservate per mettere in imbarazzo non solo le voci dissidenti, ma persino i loro editori.

Mi asterrò, infine, dal pensare che la chiesa con questo invito a cena a L’Aquila rivolto a Berlusconi in occasione della celebrazione della perdonanza (che sarebbe un rito istituito 800 anni fa circa da Celestino V che garantisce l'indulgenza a chi confessa pubblicamente i propri peccati e ne è sinceramente pentito), abbia pensato che la questione etica suscitata nella chiesa dal comportamento di Berlusconi (prima acclamato come novello “uomo della provvidenza”, ora coperto da molto imbarazzo) potesse essere risolta a tarallucci e vino (in una farsa sostanzialmente, perché non si sarebbe mai umiliato a confessare, non a caso voleva mandare Gianni Letta a suo posto e, certamente, non sembra molto pentito).

Mi asterrò dal pensare che la chiesa volesse avvolgere Silvio Berlusconi nel suo mantello protettivo riappacificandolo con gli elettori cattolici più moralisti in cambio di un gesto simbolico di sudditanza e di tanti altri gesti concreti in favore della promozione dei valori cattolici e del rimpinguamento delle perennemente piangenti casse vaticane.



sfoglia     luglio        settembre
 


Ultime cose
Il mio profilo



ANTONIO
CASTALIA
E=MC2
FIORDISTELLA
FIOREDICAMPO
GARBO (BLOGSPOT)
IOJULIA
LONDON-BLOG
MALVINO
POETRY IN THE MORNING
SPECCHIO

ANGELO BRANDUARDI
ARTUSI
BEPPEGRILLO
BLUE NOTE
CARLO LUCARELLI
FRANCOBATTIATO
GARBO
GIORDANO BRUNO
GIORNALETTISMO
GRUPPO ABELE
IL FATTO QUOTIDIANO
MARCO PAOLINI
MARCO TRAVAGLIO
MENTE CRITICA
MICROMEGA
PASQUALE MISURACA
SPINOZA
VOGLIO SCENDERE
AIPCF
AREA 25
BRITISH SOCIETY OF COUPLE PSYCHOTHERAPISTS AND COUNSELLORS
IFPS
OPSONLINE
ORDINE PSICOLOGI DEL VENETO
PROGETTO COPPIA
PSICHE
PSYCHOMEDIA
QUELLIDELSISTEMA
SCIENZA E PSICOANALISI
SIPRe
S.P.I.
THE TAVISTOCK CENTRE FOR COUPLE RELATIONSHIPS


Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom